Quali sono i colori del Périgord?

Périgord è disponibile in 4 colori: nero, viola, bianco e verde. Storicamente, troviamo la traccia di questi nomi in opere antiche, il Périgord noir si riferisce alla foresta (scuro), a volte anche ai tartufi. Il Périgord bianco si riferisce ai terreni calcarei e calcarei che compaiono nei paesaggi, il Périgord verde è caratterizzato da prati e infine più recentemente il Périgord viola è stato chiamato come tale in riferimento al vino perché ospita molti vigneti.Tutto sulla Dordogna: domande frequenti

Qual è la differenza tra la Dordogna e il Périgord?

Oggi il Périgord e il dipartimento della Dordogna sono sinonimi e designano lo stesso territorio. Durante la Rivoluzione Francese, l'Assemblea Nazionale decise di creare i dipartimenti per semplificare l'organizzazione amministrativa della Francia. I criteri utilizzati per i nomi dei dipartimenti, geografici o idrografici, il Périgord riceve quindi il nome del suo fiume principale: la Dordogna.

Dov'è il Périgord?

Périgord si riferisce al dipartimento della Dordogna, situato nel sud-ovest della Francia nella nuova regione dell'Aquitania. Confina con i bastioni del Massiccio Centrale a nord, le Causses du Quercy a est, i frutteti del Lot et Garonne a sud e la ghiaia della Gironda a ovest.

Dov'è la Dordogna?

Dordogna è sinonimo di Périgord, situato nel sud-ovest della Francia nella nuova regione dell'Aquitania. La Dordogna è delimitata dai bastioni del Massiccio Centrale a nord, i Causses du Quercy a est, i frutteti del Lot et Garonne a sud e la ghiaia della Gironda a ovest.

Cos'è il Périgord Nero?

Il Périgord Noir si trova a sud-est del dipartimento della Dordogna: Sarlat è la capitale, dove si trovano anche i seguenti villaggi: Montignac, Les Eyzies, Thenon, Terrasson, Belvès, Domme, Le Bugue, Saint Cyprien, Villefranche du Périgord, Hautefort. Si riferisce alla sua copertura boschiva con fogliame denso che rende il sottobosco scuro. Per comodità, il nero è anche associato al tartufo, ma la presenza di questo prezioso fungo non sarebbe all'origine della denominazione.
Il Périgord Noir è costituito dalla valle di Vézère e dalla valle della Dordogna.
I fiumi Dordogna, Vézère e Céou irrigano questa regione.

Cos'è il vert del Périgord?

Il Périgord Vert corrisponde alla parte settentrionale della Dordogna, è una parte molto collinare coperta di prati e in misura minore di querceto. Nontron, Brantôme, Ribérac, Lanouaille, Thiviers e Saint Pardoux la rivière sono comuni del Périgord vert. Attualmente è una denominazione turistica che comprende la regione di Nontron e la valle del Dronne. La Côle, l'Auvézère, la Dronne e la Belle fluiscono in questa parte della Dordogna.

Cos'è il Périgord Blanc?

Il Périgord Blanc corrisponde al centro del dipartimento della Dordogna, il suo nome deriva dal colore bianco delle rocce calcaree del paesaggio. Périgueux è la capitale del Périgord Blanc, si trovano anche i villaggi di Vergt, Mussidan, Neuvic, Saint Astier, Montpon ménestérol e Sorges. Per bianco si intendono le pietre dei monumenti e delle abitazioni, le pietre bianche che compaiono nelle culture e nelle cave di calcare (Saint Astier).
Tutto sulla Dordogna: domande frequenti

Che cos'è il Purple Perigord?

Il Perigord viola situato nella parte sud-occidentale del dipartimento prende il nome dal colore viola del fogliame autunnale delle viti e dal colore del vino. Si tratta di una denominazione recente che ha completato gli altri tre colori del Dipartimento.
Bergerac è la capitale della regione. È anche il Paese delle Bastides: Beaumont du Périgord, Issigeac, Monpazier, Lalinde e Eymet..... Tutto sulla Dordogna: domande frequenti

Qual è la differenza tra Périgordins e Périgourdins?

I Périgordins sono gli abitanti del Périgord, cioè della Dordogna. Il termine périgourdins è riservato agli abitanti di Périgueux. Ma in uso, gli abitanti della Dordogna si definiscono Périgourdins (e non Périgordins), è strano.....

Quali sono i nomi degli abitanti della Dordogna?

Gli abitanti della Dordogna sono chiamati Périgordins, Dordognots o Dordognais, ma nessuno in Dordognagna usa questi termini, gli abitanti della Dordogna si definiscono Périgourdins (termine normalmente riservato agli abitanti di Périgueux).

Qual è l'origine del nome Dordogna?

La Dordogna è un fiume lungo 483 km che nasce nel Puy de Dome. Due piccoli ruscelli, la Dore e la Dogne, si incontrano per formare la Dordogna. Eppure l'etimologia della parola Dordogna non deriva da questa unione. Il suo nome deriva da "Durãnius" che significa torrente (allo stesso modo della Durance) e che si è evoluto in Dordonia (9° secolo) e poi in Dordogna.
Tutto sulla Dordogna: domande frequenti

Sai nuotare in Dordogna?

La Dordogna è uno dei fiumi più puliti della Francia, in estate, la sua temperatura è molto mite ed è piuttosto calma, è poco profonda in molti luoghi e ha molte spiagge sulle sue rive. Naturalmente, tutte le istruzioni di sicurezza per il nuoto devono essere seguite.

Che cos'è la prefettura della Dordogna?

La prefettura della Dordogna è la seguente Perigueux. Il dipartimento ha anche 3 sotto-prefetture: BergeracNontron e Sarlat-la-Canéda

Dove si trova Sarlat

Sarlat si trova nella regione della Nuova Aquitania nel sud-est del dipartimento della Dordogna, in una parte chiamata Périgord Noir.
Distanze da Sarlat
In Dordogna : Périgueux : 70 Km - Bergerac : 80 Km
In Francia : Cahors : 60 Km - Brive : 55 Km - Limoges : 130 Km - Tolosa : 160 Km - Bordeaux : 180 Km - Lione : 400 Km - Parigi : 530 Km
Collegamenti stradali
Autostrada A20 : Parigi/Souillac (Sarlat a 25 Km) - Autostrada A20 : Toulouse/Cahors, poi Gourdon, Sarlat. - Autostrada A10 : Parigi/Poitiers, poi Angoulême, Périgueux, Sarlat.Bordeaux/Sarlat via Bergerac. - Autostrada A89: Lione/Clermont Ferrand Sarlat - Bordeaux/Périgueux Sarlat
Collegamenti ferroviari
Sarlat/Bordeaux 
Parigi/Souillac/Sarlat : Linea Parigi/Toulouse - Autobus di linea per Souillac/Sarlat (25 Km). - Parigi/Libourne/Sarlat : collegamento con il TGV, collegamenti regolari
Sarlat/Périgueux via Le Buisson
Collegamento aereo:
Si può arrivare all'aeroporto di Bergerac, Brive o Bassillac (perigueux).

Abisso di Proumeyssac o Padirac?

Si tende a confondere questi due abissi perché i loro nomi sono simili, l'abisso proumeyssac si trova ad Audrix in Dordogna (Périgord Nero) è un abisso di dimensioni modeste ma degno di interesse.
La voragine di Padirac si trova nel dipartimento del Lot a Quercy. È il più grande abisso di Francia e il più visitato, è assolutamente necessario andare a scoprirlo se si vive nelle vicinanze.
Scoprire qui l'Abisso di Proumeyssac
Scoprire questo è l'Abisso di PadiracTutto sulla Dordogna: domande frequenti

Qual è la superficie della Dordogna?

La Dordogna ha una superficie di circa 9000 km², è il terzo dipartimento più grande della Francia continentale. (il più grande dipartimento della Francia è la Guyana, che è un must da vedere). Nella sua lunghezza più lunga, da nord a sud, ha 126 km e la sua larghezza massima è da ovest a est: 116 km. E come informazione aggiuntiva, una densità di 43 abitanti per km².

Che cos'è la prefettura della Dordogna?

Périgueux è la prefettura della Dordogna, ci sono anche tre sotto-prefetture: Bergerac e Sarlat la Caneda e Nontron.
Attenzione, potreste non essere in grado di svolgere tutte le procedure amministrative nelle sotto-prefetture, ad esempio dovrete recarvi a Périgueux per ottenere una nuova patente di guida.Tutto sulla Dordogna: domande frequenti

2 commenti

  1. PARENT

    Salve, grazie per tutte queste informazioni
    Prevediamo di visitare la vostra bella regione alla fine di ottobre, inizio novembre.
    Com'è il clima in questo momento? I castelli e i giardini sono aperti al pubblico?
    Quali sono le precauzioni da prendere, le cose da tenere in considerazione per sfruttare al meglio il vostro soggiorno?
    Grazie per la risposta

    1. Perigord.com

      Ciao
      Alla fine di ottobre / inizio novembre, l'autunno e i suoi bei colori si stabilirono nel Périgord. Le temperature diurne sono generalmente intorno ai 20°C e le notti sono relativamente fresche intorno ai 10°C. Il tempo è spesso bello, ma c'è anche una certa piovosità che permette la raccolta dei funghi. I castelli sono ancora aperti, è dopo le festività di Ognissanti che in generale alcuni luoghi chiudono. Nulla vi impedirà di avere un buon soggiorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre la spazzatura. Ulteriori informazioni su come vengono utilizzati i dati di feedback.